Home
COME ARRIVARE
CONTATTI
Home


Il tuo cinquexmille è il nostro agire



ARTE
Carissimo visitatore e pellegrino, i frati minori francescani ti accolgono con il saluto di San Francesco e ti augurano ogni bene.
Da sempre nella storia della salvezza il Santuario è stato una meta di tanti uomini e donne alla ricerca della spiritualità, alla ricerca di una risposta alle grandi domande della vita. Il Santuario è come un'oasi nel deserto che disseta il pellegrino in cerca di acqua viva, è la clinica dello spirito che risana le ferite del viandante lungo la via.
La vita dell'uomo è come un grande pellegrinaggio, sin dalla sua nascita egli è chiamato ad un cammino verso la meta, verso il senso ultimo della sua esistenza.
Ecco che il Santuario si propone come meta privilegiata carica di memoria salvifica e dove ogni uomo e donna riceve la possibilità di incontrarsi con Dio.
Sulle strade degli antichi itinerari medievali, i pellegrini che dal nord scendevano verso la grotta dell'Arcangelo Michele verso la tomba di Nicola di Mira a Bari e poi verso Gerusalemme giunti a Molfetta sostavano presso il Santuario della Madonna dei Martiri.

In questo luogo carico di memoria storica ricevevano ristoro e accoglienza, cure per gli ammalati. Qui si incontravano con il dolce volto della venerata icona della Madonna che la tradizione vuole sia stata portata dai Crociati nel 1188.
Dal medioevo ad oggi questo luogo sacro è ancora mèta di quanti vogliono respirare un momento di spiritualità e di pace.
Non si può fare a meno di guardare a questo luogo come un Santuario naturalmente proiettato verso l'Oriente e le regioni ultramarine, si pensi allo stretto rapporto da sempre mantenuto ed intensificato con le comunità degli emigranti all'estero (Argentina, Usa, Australia, Venezuela, ecc).
Il Santuario della Madonna dei Martiri ha visto in questi ultimi anni allargare i suoi orizzonti ponendosi soprattutto come luogo di accoglienza.
Dal 7 novembre 1828 i frati minori figli di San Francesco sono custodi del Santuario, da allora nonostante le vicende storiche i frati hanno promosso e allargato il culto della Madonna facendo di Molfetta un centro di spiritualità, di cultura e di arte, ne sono testimonianza le numerose iniziative religiose, culturali e caritative.
Con bolla papale del 7 aprile 1987 il Santuario viene elevato al grado di BASILICA PONTIFICIA MINORE, la cerimonia di elevazione si svolge il 7 giugno, vigilia di Pentecoste, alla presenza del Card. Agostino Mayer e del Vescovo Mons. Tonino Bello.





© 2007-2010 Copyright - Tutti i diritti sono riservati Basilica Pontificia Minore - Molfetta (Bari)
Links | Note legali