Home
COME ARRIVARE
CONTATTI
Home


Il tuo cinquexmille è il nostro agire



TRADIZIONI
11 maggio - La Medonne du tremelizze
L'11 maggio del 1560 tutta l'Italia meridionale fu colpita da un terremoto di forte intensità, la città di Molfetta fu risparmiata dalla catastrofe e tutti i cittadini corsero in pellegrinaggio al Santuario per ringraziare la Madonna.
Da allora il clero e le autorità fecero voto di recarsi ogni anno in pellegrinaggio per rendere omaggio alla celeste Patrona. Nei nostri giorni ogni 11 maggio una comunità parrocchiale offre l'olio che arde nella lampada votiva che tutto l'anno arde dinanzi alla Madonna. La lampada viene accesa dal Sindaco della città.

1-2 agosto - festa del perdono di Assisi
È una festa tutta francescana nata per volere di San Francesco che chiese al Signore la grazia di voler mandare tutti gli uomini in Paradiso. A Francesco gli fu concesso dal Papa il dono dell'indulgenza plenaria per la chiesetta della Porziuncola in Assisi.
Tale indulgenza FU POI ESTESA A TUTTE LE CHIESE FRANCESCANE: La sera del 1 agosto si svolge il rito d'apertura con la messa e la fiaccolata eucaristica, la sera del 2 la celebrazione e la grande festa all'aperto con la partecipazione di gruppi folclorici di stile medievale.

ottava di Pasqua - festa della scarcella
L'ottava di Pasqua nella Basilica si celebra la Festa dell'Indulgenza istituita il 1 giugno 1451 da Innocenzo IV già Vescovo di Molfetta. La sera del Sabato si svolge il rito d'apertura e per tutta la domenica in Basilica si può ricevere il dono dell'Indulgenza. La festa si conclude con la fiaccolata mariana intorno alla venerata Icona della Madonna.
Per tutta festa si possono assaporare i dolci tipici "le scarcelle".
Quando i pellegrini venivano a celebrare l'indulgenza consumavano questo dolce, si chiama scarcella perché deriva dal verbo "scarcerare", cioè essere liberati dai peccati grazie al dono dell'Indulgenza.

7, 8, 9 settembre - Fiera e sagra a mare
La sagra a mare, comunemente chiamata fést d'la Médonn coincide con la fiera di Molfetta, accordata nel 1395 da Re Ladislao di Durazzo che concesse in realtà 8 giorni di fiera "franca da tributi" dal 8 al 15 settembre, ridotta nel corso dei secoli agli attuali 3 giorni. Occasione per secoli di proficui scambi commerciali, soprattutto di animali e manufatti del posto, si è trasformata ora nella festa che tutti conosciamo.
Dagli inizi dell' '800 la città di Molfetta, da sempre caratterizzata da un forte legame tra la marineria e la Madonna dei Martiri, ha voluto consolidare questo rapporto proclamando la Madonna dei Martiri protettrice dei marinai.
L'8 settembre 1846 la statua della Vergine fu posta su due bilancelle a vela e trasportata fino alla banchina del porto.
Iniziava così la tradizione della sagra a mare, che si ripete annualmente con grandissimo concorso di popolo, compresi tanti emigranti, che per l'occasione tornano da tutto il mondo nel paese natìo.

settembre - fiaccolata mariana
Dal 29 agosto fino al 6 settembre ogni sera alle ore 21 si svolge la grande fiaccolata mariana "au flambeau" cui partecipano migliaia di fedeli. La prima sera si svolge lo sbarco della venerata Icona della Madonna presso Cala San Giacomo da due bilancelle, per rievocare l'arrivo dall'oriente della preziosa tavola a Molfetta.









© 2007-2010 Copyright - Tutti i diritti sono riservati Basilica Pontificia Minore - Molfetta (Bari)
Links | Note legali